Magica Tel Aviv

Da tempo covavo il desiderio di fare un viaggio che mi stupisse, in un luogo non scontato e che fosse in grado di ispirarmi e di lasciarmi veramente qualcosa.
Dopo un po’ di considerazioni, legate al tempo, ma anche al budget a disposizione ho deciso di prenotare una settimana a Tel Aviv.
La mia scelta, non lo nascondo, ha suscitato non poche reazioni da parte dei miei amici e dei miei familiari. All’improvviso ho avuto la sensazione di aver scelto una destinazione in una zona di guerra, tutti mi accusavano di andarmela a cercare e di aver fatto davvero un’imprudenza. Non vi nascondo si essere stata sul punto di rinunciarvi, anche se non senza rammarico. Poi però il mio fatalismo ha avuto la meglio e soprattutto la mia convinzione che non esista un vero posto sicuro nel mondo…e quindi sono partita, piena di curiosità ed entusiasmo in compagnia di mio marito.
Il viaggio è stato davvero ricco di incontri interessanti e pieno di stimoli e mi sento davvero di consigliarlo a chi ama scoprire cose nuove, assaggiare cibi particolari e buonissimi..di certo non è una meta per chi si aspetta di fare shopping, la città non offre granché da questo punto di vista…anche se sono riuscita comunque a trovare una zona interessante con piccoli negozi curati :-).

Di seguito riporto un po’ di indirizzi e dritte (consigliate anche dal mio amico Cristian che è un abituè di questa città) che ho provato in prima persona e che mi sento di consigliare vivamente.
Tanto per cominciare, l’hotel: devo dire che ho prenotato la nostra stanza in un boutique hotel (per niente costoso, ma molto carino) situato in una zona strategica di Tel Aviv e questo ci ha concesso di visitare la città in modo molto comodo senza usare i trasporti pubblici. Se siete curiosi o interessati andate a vedere il sito http://www.shenkinhotel.com.
La città è letteralmente piena di locali, bar, caffetterie e ristoranti avrete solo l’imbarazzo della scelta, io ho mangiato il miglior Humus mai provato nella mia vita all’interno del mercato della città ‘Carmel Market’…provatelo, non ve ne pentirete.
Sempre in zona Carmel Market vi segnalo una locanda greca: Capitan, (https://www.facebook.com/capitantlv) con musica tipica ad alto volume, dove si gustano piatti greci davvero deliziosi (considerate che ho sempre pensato che in Grecia si mangiasse così così :-) ..)
Nei pressi di Shenking, molto ben frequentato e dal menù internazionale consiglio di provare un il bistrot Caffè Noire (http://noirgroup.co.il/restaurants/cafe-noir/about-cafe-noir/?lang=en) fanno una cotoletta spaziale e l’ambiente è molto carino e internazionale..perfetto per una seratina!
Una Zona assoluemente molto bella, l’unica con negozi che meritino una visita è Neve Tzedek…qui potete gustare un dolce presso la panetteria Dallal (http://dallalcoil.rest-e.co.il) e un caffè Diemme davvero buono…dopodichè potete deliziarvi gli occhi da Tali’s good living (che vende complementi di arredo e oggetti molto belli…e anche un po’ di prodotti alimentari bio), da Numero13, un concept store con costumi e vestiti molto carini e infine con Petit Doris…un piccolissimo negozio con proposte di abbigliamento originali e chic disegnate da una stilista israeliana.
Un altro posto che merita una sosta è la caffetteria Benedict, ce ne sono varie nella città, qui potrete gustare la straordinaria colazione israeliana, che è talmente abbondante e ricca da poter sostituire un vero e proprio pasto.
Consiglio una visita al Museo di arte moderna, che ospita diverse collezioni private ‘da paura!’ ed ha un’architettura davvero bella (http://www.tamuseum.org.il/he/default.aspx)
Non lontano dal museo, ottimo soprattutto all’ora di pranzo, visto il gran numero di proposte c’è il Sarona Market, ricorda vagamente il Chelsea Market di NY, anche nel logo :-), si trova sotto un palazzo ed è pieno di botteghe alimentari e di bar..io ho mangiato i Ramen giapponesi, davvero deliziosi!
Insomma, riassumendo, una città giovane ed accogliente, abitata da persone molto gentili e assolutamente innamorate dell’Italia e degli Italiani, facile da girare, sicura, non proprio economica, in totale trasformazione dal punto di vista dell’edilizia, con cibo fantastico e spiagge meravigliose e Pet Friendly…
Dimenticavo, una cosa che mi ha subito colpita è l’incredibile presenza di cani, chi mi conosce sa quanto io ami questi animali, ed è stata davvero una piacevole sorpresa vedere che quasi tutti gli abitanti di Tel Aviv (pare sia uno su dieci) hanno deciso di dividere la loro vita con un cane, per la precisione un cane adottato, infatti sono praticamente pochissimi i cani di razza in città, ci si imbatte quasi sempre in meticci dalle dimensioni giganti.

Cosa volere di più!?!? Andateci al più presto!!! Oltretutto potrete visitare Gerusalemme e il mar Morto che sono davvero magnifici e molto vicini.